Breaking News
bibliotecario

Guida alla professione di bibliotecario

FavoriteLoadingArticolo da Salvare

Che bello lavorare in una biblioteca. Essere circondati da libri e volumi di ogni genere. Si sente davvero il profumo della cultura. Il bibliotecario ha il vantaggio di sapere tutto sui libri e su quella specifica biblioteca. Sa dove si trova quel determinato autore, quante copie di quel volume si possiede. Se concederlo in prestito oppure soltanto in consultazione. La professione del bibliotecario è molto affascinante e anche antica. Ecco una mini guida che spiega come si fa a diventare bibliotecario.

Chi è il bibliotecario
Di cosa si occupa un bibliotecario
Come si diventa bibliotecario
Concorsi per bibliotecari
Link utili


Chi è il bibliotecario
Il bibliotecario è un funzionario, pubblico o privato, che lavora nelle biblioteche. Si occupa di organizzare, classificare e catalogare libri, manuali e riviste. In passato questa figura era poco specializzata. Non si richiedevano particolari studi, se non quelli basilari, e per il resto il bibliotecario si formava direttamente sul posto di lavoro, imparando in biblioteca le principali nozioni di biblioteconomia. Cosa oggi cambiata, perché spesso si richiede a chi vuole intraprendere questa professione il possesso di corsi e titoli specifici. Molti percorsi di studio universitari indirizzano proprio nella formazione della figura del bibliotecario.

Con l’ingresso delle biblioteche multimediali le sue mansioni sono accresciute, richiedendo sempre più spesso conoscenze di programmi informatici.

Una delle biblioteche più antiche e famose del mondo è la Biblioteca apostolica vaticana, gestita dal Bibliotecario di Santa Romana Chiesa, titolo attribuito al cardinale a cui viene affidato il patrocinio. Nata nel ‘400 raccoglie testi rarissimi, fra i più antichi al mondo. È obbligo menzionare anche la nuova biblioteca di Alessandria d’Egitto, Bibliotheca Alexandrina, costruita a ricordo della grandezza di un tempo, quando nel III sec. a.C., ad Alessandria, era conservata la più grande raccolta di volumi esistenti. Purtroppo diversi incendi distrussero buona parte del suo patrimonio librario. Immensa è la biblioteca del Trinity College di Dublino con la sua collezione di libri antichi e la famosa long room.

Di cosa si occupa un bibliotecario
Il bibliotecario ha il compito di organizzare, sistemare, catalogare e classificare libri, riviste, enciclopedie, volumi antichi, collezioni librarie. Constata in che condizioni è un libro. Quante copie ci sono dello stesso. Procede a collocarlo nel giusto settore: diritto, economia, letteratura, scienze matematiche etc. Si occupa di sistemare il libri, concederne il prestito, controllare eventuali mancanze. È il referente per quanto riguarda disposizione e collocazione dei libri nella biblioteca. Fornisce informazioni ai visitatori e su richiesta, soprattutto in biblioteche grandi e di tipo universitario, anche ricerche bibliografiche. Al bibliotecario ci si rivolge quando non si riesce a trovare un libro o si richiede il prestito di volumi rari. Il bibliotecario può organizzare anche seminari e incontri di lettura.

Come si diventa bibliotecario
Non esiste una vera e propria laurea per diventare bibliotecario. Più che altro ci sono corsi e percorsi universitari adeguati che danno una formazione in tal senso. Pertanto dopo il diploma quinquennale occorre proseguire con gli studi e iscriversi a facoltà umanistiche quali Lettere, Filosofia, Beni Culturali, Tecnologie per la conservazione e il restauro dei beni culturali. Ci sono anche lauree specialistiche molto più indicate, che offrono una formazione completa, ad esempio, Archivistica e biblioteconomia. In alternativa alcuni enti di formazione organizzano corsi di formazione professionale per bibliotecario. Al termine verrà rilasciato un attestato o qualifica professionale.

In genere, poiché l’ingresso nelle biblioteche avviene per concorso pubblico, è sempre il bando che elenca i titoli necessari. I diplomi conseguiti all’estero devono essere riconosciuti equipollenti al corrispondente titolo di studio italiano, secondo quanto stabilito dalle leggi nazionali.

Concorsi per bibliotecari
Enti locali, università, scuole bandiscono concorsi per bibliotecari. Fra i più prestigiosi c’è il concorso come bibliotecario nel Ministero per i beni e le attività culturali, a cui possono partecipare coloro che sono in possesso di un diploma di laurea specialistica in Lettere, Filosofia, Materie letterarie, Storia, Giurisprudenza, Scienze politiche, Conservazione dei beni culturali, Storia. Oppure di un diploma rilasciato dalle Scuole universitarie di specializzazione nelle discipline bibliotecarie. In ogni caso il bando elenca chiaramente i titoli di studio necessari.

Il concorso prevede in genere una prova scritta, una prova teorico pratica ed una prova orale su argomenti riguardanti: biblioteconomia e bibliografia, storia e organizzazione delle biblioteche, legislazione specifica (regionale e statale), sistemi informativi per la gestione delle biblioteche, normativa sul diritto d’autore, sistema bibliotecario e reti di biblioteche, normativa sulla sicurezza e sulla privacy. La prova orale consiste in un colloquio sulle materie delle prove scritte e sulla conoscenza di almeno una lingua straniera.

>> CONCORSI PER BIBLIOTECARI

Link utili
Albo professionale italiano dei bibliotecari
Associazione Italiana Biblioteche
Catalogo SBN
Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle biblioteche italiane e per le informazioni bibliografiche
Direzione generale per le biblioteche, gli istituti culturali ed il diritto d’autore

 Articoli correlati
Professioni più richieste 

Summary
Come diventare bibliotecario, Professioni più richieste
Article Name
Come diventare bibliotecario, Professioni più richieste
Description
Come si diventa bibliotecario. Quali sono i concorsi per bibliotecario. Conoscere gli sbocchi occupazionali. Il bibliotecario lavora nelle biblioteca. Provvede a gestire, catalogare, sistemare libri, volumi, riviste e raccolte. Ad oggi il percorso di studi prevede una laurea con specializzazione in biblioteconomia e bibliografia. Ma spesso è sufficiente anche il possesso del solo diploma quinquennale. Il bando elenca però i titoli necessari, a volte richiede anche il possesso di qualifiche professionali.
Author

6 comments

  1. Come si diventa bibliotecario
    Non esiste una vera e propria laurea per diventare bibliotecario. Più che altro ci sono corsi e percorsi universitari adeguati che danno una formazione in tal senso.

    Qualcuno potrebbe elencare quali sono di preciso e dove li fanno? Grazie.

    • Buongiorno Paolo,
      le facoltà più indicate per formazione inerenti il ruolo di bibliotecario sono le facoltà umanistiche quali Lettere, Filosofia, Beni Culturali, Tecnologie per la conservazione e il restauro dei beni culturali. Ci sono poi lauree specialistiche che offrono una formazione completa come, ad esempio, Archivistica e biblioteconomia.
      I requisiti specifici per la partecipazione a concorsi per bibliotecario sono di volta in volta indicati nei bandi. Qui ad esempio http://www.comune.carugate.mi.it/ServiziOnLine/Bandi/tabid/76/ctl/view/ItemID/32/mID/488/Default.aspx può visualizzare un bando per bibliotecario: come può vedere il titolo di studio richiesto è il solo diploma di scuola secondaria. Nel bando sono indicate le materie su cui prepararsi per il superamento delle prove concorsuali
      Cordiali saluti
      Cristina

    • certo che esiste, beni archivistici e librari e’ quella piu’ indicata

  2. La mia domanda era prettamente sui titoli di studio: è necessaria la Laurea? Non ci sono possibili sbocchi per chi ha solo un diploma?

    • Buongiorno Martina,
      come indicato nell’articolo molto spesso si accede alle biblioteche pubbliche tramite concorso e proprio nel bando vengono indicati i requisiti necessari: nel bando quindi viene specificato se è sufficiente il possesso del diploma di scuola media di secondo grado o se occorre il diploma di laurea.
      Per quanto concerne le lauree più indicate per rivestire il ruolo di bibliotecario sono elencate nell’articolo.

      Opportunità per diplomati sono disponibili all’interno della nostra pagina come ad esempio http://www.concorsilavoro.it/ticketone-lavoro-e-stage-presso-la-sede-milanese/
      Può inoltre visionare il sito http://www.concorsipubblici.com/diploma.htm dove sono riportati i concorsi attualmente attivi e per i quali è richiesto il solo diploma di maturità.

      Buona giornata
      ConcorsiLavoro.it
      Cristina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione. Continuando a navigare nel sito si accetta la nostra politica cookie. Ulteriori Informazioni | OK